Già nell'antichità era noto che per prevenire una gravidanza poteva essere utile l'inserimento nell'utero di diversi oggetti quali una pietruzza, un filo, un anello.

Dall'inizio del 1900 sono state svolte ricerche scientifiche che hanno consentito di sviluppare dispositivi intrauterini basati sul metodo antico, ma chiaramente più moderni ed affidabili.

È così che è stato sviluppato e realizzato il "dispositivo intrauterino" che, con riferimento alla sua forma originale, venne chiamato "spirale". Il meccanismo di funzionamento della spirale è tale da impedire all'uovo di annidarsi nell'endometrio.